Incomincia il dopo Delneri, ora staremo a vedere …

UDINESE DI DELNERI REALTA’ FALLACE, ILLUSORIA IN CAMPO, INGUARDABILE.


Una realtà apocalittica, non dipendente dagli scritti nel Vangelo dell’ Apostolo Giovan ni né quella Dantesca che vede tra le Fiamma il ritorno del Messia, ma laica, la distruzione voluta dai giocatori della propria realtà calcistica dei propri colori e della propria squadra,alla barba di Società e Allenatore, cose dunque per noi, non proprio innocenti meno occasionali, possiamo ipotizzare per eccesso possibili vendette? Contro chi eventualmente e contro cosa non si sa,se non solo che a questi giocatori può mancare l’intelligenza visto che molti ancora non conoscono nulla della lingua italiana obbligatoria almeno per capirsi in campo . Questo fatto la dice lunga su questa squadra. Per altro verso Hegel a Hobbes possiamo desumere che la squadra possa essere una realtà fisica ovvero con corpi, ma senz’anima ne mente :

Una realtà meccanicistica in campo per nulla deterministica. di più che in casa al Friuli luogo che i giocatori privilegiavano nel loro essere, all’interno di loro stessi, per dirla con Hobbes una realtà chimerica senza anima, solo l’ombra in un tunnel buio di quello che fu l’Udinese neanche lontana parente di questo orrore, inguardabile, il prodotto interno deve essere sano e tecnicamente capace – all’altezza.

In ordine a quella che doveva essere una partita di calcio possiamo chiedere sia ai presenti alla Stadio, che in TV se secondo loro hanno potuto assistere a una gara o partita di calcio visto che nessuna delle due squadre si è impegnata particolarmente, aggiunto che il Cagliari non è nessun mostro calcistico ma una realtà del tutto umile anche se valida.

Nell’Udinese Max chissà per quali motivi segna poco ma lavora molto per i compagni i quali a loro volta hanno paura a tirare in porta da che si vede. Grande il tentativo di Barak che prova la botta di destro ma il portiere del Cagliari bravissimo para,la palla finisce a Maxi che tenta ma pa rata pure questa. Con un portiere avversario talmente bravo ci vuole la fantasia e in ben due occa sioni sui traversoni i giocatori sono arrivati sulla palla in ritardo per deviarla a botta sicura in porta,ma ce la fanno a capire che devono stare svegli con il cervello innestato seguendo il gioco. Serve la facile fantasia ora lui tira un traversone aspetta che scaldo la difesa – niente.

Scarsa prontezza diremo mai ricercata veramente così come l’intensità celeberrima sconosciuta. Troppo facile far fare le spese a Delneri, questa squadra ai lavori forzati in ritiro perenne.

Buona l’intenzione di Maxi Lopez in tufo colpisce di testa ma sfortunato,mette di poco a lato. Bizzarri generoso e bravissimo al solito si becca il gol per le papere della solita difesa, un gol non gol che non doveva entrare se l’avversario marcato,fortunato anche troppo. Il Cagliari non ha meritato ma giocato malissimo,l’Udinese peggio.

Ripresa al 4’ De Paul riesce a servire Jantko che (pare fare apposta…!!!) rallenta e si fa rimontare e sfuma pure questa unica occasione che lo vedeva in vantaggio e solo soletto andare in porta… se non fatto apposta la testa dove l’aveva?….spingi un po’ e dopo ti riposi eventualmente… Al 39^ è Lasagna a farsi fottere dal portiere che gli frega la palla. Il Cagòliari alla dine andrà vicino al raddoppio per evitare il quale in una occasione essendo la difesa a spasso per il campo ha tentato l’uscita falciando l’avversario al limite dell’area, espulso e contro il Napoli siamo senza portiere. Scuffet se non ripreso il terrore della porta. Dispiace per i De Paul e i soliti che danno l’anima ma in questa partita l’anima l’ha data solo Delneri. Udinese stante il calendario in caduta libera, persistendo sarà “B”, credere in Oddo possibile ma molto difficile,Gino Pozzo dove vuole andare a parare?… . Un allenatore serio costa di più e pretende giocatori validi…alla fine chi avrà ragione?… Non ci rimane seppur con ogni altra riserva tra lo scetticismo,a questo punto rivolgere malgrado tutto e tutti la fiducia a tempo a ODDO,allo stesso i migliori AUGURI comunque e quantunque.

Pensiamo che non serva dilungarci troppo visto che non abbiamo visto una partita di calcio… . Rimpiangiamo Stramacioni a questo punto questo è certo. BUON LAVORO ODDO NON RIPORRE TROPPA FIDUCIA A QUESTI GIOVANOTTI,DISCIPLINA E LAVORO…

ODDO 44 partite con Pescara e forse non solo neanche una vittoria da quanto risulta.

Ora dichiara di essere arrivato a Udine per dimostrare che può essere vincente anche in A (?…), vorrebbe stupire. Glielo auguriamo di cuore.

Angella e Widmer al solito fanno mea culpa “ non siamo così”.Invece siete quelli di ogni settimana i fatti non solo i bla bla dove stanno?… . Intante le altre squadre Sassuolo incluso allungano. Delneri troppo generoso “risultato che ci ridimensiona”, aggiungiamo – annulla. Per nulla aggressivi,troppo stupidi in campo, indietreggiano e peggiorano perfino nel palleggio e nei passaggi,perdono palla in continuo e fortuna che il Cagliari è realtà modestissima. Lopez per vincere la partita vs il Cagliari dovevamo giocare proprio così e concordiamo con lui – solo che i filibustieri che formano la squadra non sonbo coesi,troppo individualisti,poco di buono,aggressività e cattiveria (utile non dannosa zero. Quindi così non poteva andare, ma la colpa non pè di Delneri.-

De Paul con questa squadra scassatella ne azzecca una ma la sfrutta a differenza di tutti gli altri ecsluso Maxi che in mezzo al guado fa quello che può con l’arrivo della tempesta. Questa squadra va punita di brutto. In ritiro perenne Festività incluse.

Condividi questo articolo