PUNTO BIANCONERO | Cara Udinese, per ripartire al meglio rammenta chi sei… Il resto verrà da sé…

E si ritorna a parlare. Dopo una pausa che bene o male surroga quella natalizia, non effettuata in quanto si è preferito praticamente postergare la pausa al mese di gennaio (agli atti pratici non è accaduto altro che questo) si ritorna a parlare di campo e delle priorità correlate al ritorno alla pratica agonistica effettiva. Ritorno che per l’Udinese significa molto semplicemente dover andare a cogliere la più grande, oltreché fertile, opportunità di ripresa in senso proficuo. Ricominciare proprio con una squadra di quelle che stanno di una misura significativa al di sotto di te significa, per l’Udinese, poter affrontare comunque sia in casa propria un avversario che sulla carta non rappresenta certo un mastodonte difficile da superare all’atto pratico. I tre punti sono li e basta coglierli, affrontando di petto la gara contro la Spal, e lo stesso discorso vale per la gara contro il Genoa che presenta però un numero maggiore di insidie, seppur diversificate. Ma torniamo alla gara contro la Spal. La squadra di Semplici resta pur sempre un avversario che vende cara la pelle su ogni campo di sfida, ma la gara di Udine l’Udinese la può affrontare da un punto privilegiato avendo attualmente una capacità di restare compatta e dominare lo scenario gara che probabilmente supera il semplice juvenil entusiasmo che la Spal può unicamente mettere in campo. Resta da computare il fatto, in una oggettiva valutazione della partita contro la Spal, che la squadra di Ferrara non può vantare un undici chissacché elevato dal punto di vista tecnico e dei valori in campo. Quindi dovrebbe di riflesso avere la meglio la maggiore capacità di traino della squadra bianconera, in specie se essa si ricorda di essere una realtà che ha dato davvero molto, nella gestione Oddo. E’ necessario quindi ricordarsi chi si è e si può diventare, e ripartire con la stessa faccia mostrata per esempio all’Inter nell’ultima scorsa disfida. La stessa faccia e lo stesso tono riteniamo dovrebbero bastare a dare scacco matto alla Spal nello scontro diretto. E giocando così molto probabilmente anche l’imbattibilità del Genoa sul proprio campo potrebbe venire messa a repentaglio. Cara Udinese, senti a noi quindi, e riparti esattamente con la stessa faccia che avevi prima di Natale. Il resto dovrebbe proprio venire da sé…. Anche quei punti che dovrebbero essere tesori insurrogabili in vista di una fase molto difficile. Quella che seguirà e vedrà l’Udinese scendere nell’arena contro le grandi del campionato.

Articolo di
Valentino Deotti

E-mail: valentino.deotti@udinesenews.it

[ RIPRODUZIONE RISERVATA ]

Condividi questo articolo