L’Udinese in versione ottusa non può piacere oggi…

Nella cultura popolare inerente lo Sport vi è una frase di Karl Kraus in Detti e contra detti che stima e proclama in buona sintesi quanto segue: “”””Lo Sport è figlio della democrazia, ma contribuisce per proprio conto all’istupidimento della famiglia “””.

Malgrado non vorremmo fosse vero, l’intelligenza misurata espressa da quanto si nota in campo,purtroppo,non ci fa ben sperare, se non con una virata a 360°, cosa che per la qualità espressa dal gruppo e per la sua volontà di combattere, ci pare cosa complessa e difficile da versi avverare a breve cosa necessaria, ma tant’è. Mai come quest’anno le cose ci dicono che potrebbe rischiare la serie B e con le qualità in campo…. .

Due realtà estremamente impacciate, difficile definirle squadre di calcio della massima serie di questa serie “A”, sia per il loro “insieme” sia per l’organizzazione che a differenza della vera Udinese, ci pare in caduta libera, va soltanto detto che il Sassuolo ultimamente, ha saputo fungere a differenza di prima l’eterno sconfitto ma è, ritornato a Udine, sua terra di conquista, a fare incetta di punti, di fronte a una squadra di “bambocci-oni” rinunciataria e mal composta. Stranezze che dimostrano nella loro gioventù o, meglio ci fanno capire con il loro comportamento l’esatto contrario di quello che dovrebbe essere in realtà, ovvero, di capirne ben poco di calcio, se non fosse vero ci facciano vedere il contrario cosa che non fanno. Esprimono da parlo tutta la sufficienza e la superficialità oltre alla incoerenza contrattuale,della loro giovane età deputata a mercimonio che suppongono facile e gratuiti, mentre così non è invece di essere attaccati fino all’ultimo giorno al loro blasone,poi si vedrà…. . Se non cambiano dispiace ospitare a Udine gente caratterialmente e mentalmente tanto bassa. La speranza di vedere queste componenti crescere a inizio stagione scema completa mente ora nel volgere e in prossimità della fine del Campionato. Il rischio non tanto impossibile per chi sano di mente che si salvi si riduce sempre più, nè si intravede chi potrebbe salvarla, avendo scoperto che credevamo di avere buoni calciatori che in futuro potrebbero ambire a diventare Campioni ma la realtà dei fatti ci induce a pensare che in realtà si possa pensare il contrario e il contrario di tutto. Alcuni di questi buontemponi si saranno a torto messi in testa altezzosità e destini che magari potrebbero vedere falliti, l’unica certezza sta nel fatto che persone provvedute e serie dovrebbero impegnarsi fino in fondo con questa società in questa squadra che ha aperto loro, se ciò fosse vero, la strada, mentre la stanno ringraziando dimostrandosi del tutto incapaci. Non vorremmo, potesse trattarsi, di intelligenza spazialmente e temporalmente molto limitata. Non stà a noi giudicarli in quanto uomini, ma se la personalità è questa… .

Probabilmente certi giovani e forse non solo pensano di essere arrivati in cima alla scaletta che debbono,per contro ancora iniziare a salire gradino per gradino con enormi sacrifici che non hanno ancora per nulla fatto.

Errori possono capitare ma che per mera disattenzione Adnan giochi segnando un autogol a tradimento togliendo la palla a Bizzarri ne va….sparala la fuori o altrove non verso la porta. Di seguito quanto a errori, soliti takle sbagliati imitando i veri Campioni ma sbagliando tutto, facendo sorridere l’avversario servito mentre si aspettava un qualcosa contro la propria porta.

Sul secondo gol nato a causa e per causa di una Udinese infausta che fuori area non pressa l’avversario ma lo lascia bellamente e liberamente giocare, senza neanche curarsi tanto di impedire il gol. Nell’azione del secondo gol vediamo un avversario palla al piede che accenna a smarcarsi in dribbling del difensore dell’Udinese il quale vista la mal parata non commette fallo fuori area ma lascia entrare in area l’avversario con la palla, a quel punto nulla puoi visto che in caso di fallo in area rischi l’espulsione magari e il calcio di rigore. Ebbene, nel prosieguo di quell’azione al 30’ la palla va al servizio su Sensi che arriva in velocità da dietro di Berhami il quale neanche guarda l’avversario e lascia la palla viaggiare,invito sul quale Sensi non sbaglia e palla in rete per il 2 -1.

Peccato per il secondo gol avvenuto dopo che Fofana in crescita dal suo rientro aveva fatto una bella azione da fuori area driblando gli avversari e facendo partire da fuori uno splendido tiro con palla che disegna un arco discendente verso lo specchio della porta e entra in rete dall’incrocio dei pali. Dovevano del minimis saper approfittare del pareggio per arrivare almeno in parità al termine della partita. Invece nulla. Squadra proprio una squadra irresponsabile, ingrata, speciosa e superficiale. Inutili anche se pur buoni fossero attuati,ma a ogni sconfitta la solita solfa,ora con Behrami e Danilo che sostengono: silenzio e pedalare. Ormai non fanno più storia. Mentre i giovanotti se pensano al mercato visto che sono mentalmente vuoti,sappiano che in caso mancanza risultati i loro sogni svaniranno,per fortuna e in futuro se ancora a Udine faranno forse i panchinari. Quindi o, vi svegliate o morirete li dove siete: sull’onda di : O Roma o morte… ( sportiva si intende) . I buoni giocatori visto che Campioni non sono,per diventarlo e fare il salto di qualità serve moltissimo sacrificio,cosa che a Udine non si vede, ne fanno vedere la volontà di volersi sacrificare per una causa e un obiettivo.

De Paul uno dei migliori attaccante non è ma è un trequartista, Maxi Lopez attavccante puro non è anche se è capace di grandi suggerimenti come l’occasione creata liberandosi dei difensori, servendo una ottima palla dal lato dove doveva trovarsi Adnan che arriva in ritardo e per l’occasione ottima per farsi perdonare dall’autogol da lui causato. Giustamente Maxi lo ha rimproverato ma troppo tardi. Troppa superficialità e disinteresse per la causa dei colori Udinesi. Una squadra di migranti che potevano stare dalle loro parti a questo punto. Il calcio si apra ai nostri giocatori o al massimo a Europei. Inutili poi i discorsi fatti su Lasagna e il costo di 15 milioni per averlo non spendibili secondo alcuni per avere un altro attaccante sicuro, cosa che non abbiamo a Udine,i sogni su Perica fatti ancor prima di vederne le capacità si sono svaniti,il ragazzo dimostra di non farcela e/o non essere ancora pronto, in finalizzazioni lo si vede impacciato e non sicuro su quanto deve porre in essere volendo spacciarsi per attaccante.

La colpa va alla squadra tutta, composta sia da anziani che da giovani, non escluso ODD0 che in attacco potrebbe anche usare i due trequartisti con un centrale che sia attaccante, forse anche con ;Maxi che sugli ultimi 15-20 metri non dovrebbe avere difficoltà.

Detto che in questa partita non si è visto nulla di buono e peggio di così nulla è possibile, rimane solo da augurarsi che ODDO si svegli o il pulsante rosso potrebbe agittarsi,dietro premono. Dopo 7 vittorie pare voglia 7 sconfitte, lo si dica, ma se tanto mi da tanto…. Le speranze diventano sempre più flebili… . Dopo le soste l’Udinese fa vedere ben poco…ma non ha più altro tempo. Sperando che non ci siano altri infortunati con le Nazionali va detto che Yantko è a rischio per uno stiramento che speriamo non sia grave.

I vari Barak e Yantko il primo con la sua Nazionale ceca, mentre il secondo rientrato a Udine per visite mediche in quanto infortunatosi contro il Sassuolo, secondo fonti di stampa ceche i due avrebbero rilasciato strane dichiarazioni riportate oggi dai nostri giornali locali, secondo le quali in breve i due avrebbero detto di non considerare la loro attuale squadra,in breve “ soddisfacente…” sentendosi arrivati aggiungiamo, loro ambirebbero a ben altre società vuoi Milan o meglio ancora Arsenal… . Altre fonti giudicherebbero esagerate le dichiarazioni riportate oltre confine. Fatto sia che il loro rendimento ultimamente in squadra rispecchia quanto loro hanno dichiarato, fino prova provata contraria. All’uopo per noi questi giocatori dal piede ancora dubbio e dalla testa a ugole,non dovrebbero nemmeno andare in campo. La Società indaghi e prenda i dovuti provvedimenti. Mister ODDO ne tragga le conseguenze,questi giocatori troppo superficiali sono responsabili della situazione in cui versa la squadra oggi rispetto a quanto avrebbe potuto fare. Rispetto all’accaduto le loro finte smentite sono troppo blande, ma il fatto riportato dalla stampa estera è ben più grave e i due dovrebbero denunciarlo, ma siamo certi non lo faranno pena possa essere passare per buggiardi, lo scarso impegno da loro messo in mostra a Udine va fatto loro pagare. Non si capisce il motivo per cui siano venuti in Italia per stipulare un contratto con l’Udinese, trampolino di lancio per due giovani che non meriterebbero a questo punto.

Articolo d’opinione di
Valentino Deotti

Condividi questo articolo