Giro 2018 | Tappa 3

GIRO D’ITALIA:- oggi (ieri la traver sata…) da Catania a Catalgirone (centro italiano della ceramica) Pozzovivo potrebbe in questo Giro farsi vivo incidenti a parte, la squadra ce l’ ha pare….. Rientrando in Italia le caratteristiche del Giro di quest’anno trova subito i sali scendi le tappe via via più impegnative su strade in parte adatta ma in buona parte formate da pericolose strettoie che in un Giro non dovrebbero trovare spazio. L’ambiente dove si corre è a tratti selvaggio per altri stupendo spettacolare. Ancora è troppo presto per vedere le battaglie tra le squadre e pare che ad esempio l’Astana una delle più forti con la Quik train … , aspettino i momenti migliori per passare all’attacco. La corsa avanza,giunti a Vizzini il gran premio della montagna (alt 586 mt ca.). Diversi gli strattoni e i tentativi di Fuga ad esempio di Conte verso il finale di tappa. A Vizzini scatta Barbin che conquista la maglia azzurra del g.p.m. . Attraversiamo il Paese di Paola di Liegi in sè posto in uno stupendo corollario. Bel tempo ma molto caldo. Alex Turin urtato ma senza conseguenze,comunque ci saranno altri incidenti per mera fortuna senza danni. Maglia bianca a: Mrex Sachman. Carlos Alberto Bettancour che ha attraversato un periodo difficile ora pare in netta ripresa. Quentin Juarangui insegue ma non…quando mancano 32 km all’arrivo. Maresko viene aiutato dai suoi che non vogliono perderlo in quanto oggi non stava bene,in difficoltà. Brambilla deve sostare per cambiare le ruote sfortunato. Attraversiamo Grammichele che ha una Piazza esagonale che ricorda quella di Palmanova e pare fosse stata fatta nel 1693 dallo stesso artista o ingegnere fosse al giorno d’oggi. Tom Dumoulin – From si affaciano tutti sulle ultime salite Ballarini fora ripara e rientra in gruppo.Valerio Conti oggi molto attivo a 30′ dalla maglia rosa cosa che forse conserva all’arrivo. Visconti bloccato da una caduta in gruppo alla quale lui non ha preso parte ma ritardato, poi recupererà con una grande azione di recupero. Fabio Aru era con From e Dumoulin ma non strafa. All’arrivo un salitone di un km circa con una pendenza del 13%. All’arrivo vince la tappa il Belga Benneuns – Battagòlin 3 con un altro italiano seciondo. Dennis conserva la maglia rosa. Domani tappa più corta di 50 km ma con difficoltà similari a quella di oggi.

Condividi questo articolo