Analizzando ancora il momento dell’Udinese…


Precisazioni su partita a complemento quanto già pubblicato su questo match di Campionato arbitro il signor Glua di Olbia. Unico marcatore nel secondo tempo di Benassi su passaggio di servizio di Chiesa(sul quale nessuno ha fatto fallo tattico cosa che invece era dovuta per l’occasione in serie A).-La Fiorentina non ci avrebbe pensato due volte a fartelo e gli esempi li aveva dati in tutta la partita. La Fiorentina ha giocato dsu un 4-3-3 veloce. Mentre l’Udinese forse erroneamente secondo noi con un 4-4-2 che vedeva Lasagna e De Paul in attacco, mentre de Paul fuori Pussetto avrebbe potuto fare il trequartista unico oppure con Machis dall’altra parte e con due attaccanti di mestiere Lasagna appunto e titolare Teodorczyk così entra in forma.

L’errore di Lasagna che evita un fallo tattico si è rivelato gravissimo,avesse almeno marcato stretto poi Benassi che ha guadagnato qualche spazio andando al tiro indisturbato,battendo un Scuffet ancora in parte acerbo. Una Udinese ancora poco spavalda e povera de spiritu,mentalmente a trqatti distratta. Troppi gli errori sui tiri lunghi.

Malgrado la sua crescita in questo Campionato l’Udinese deve maturare in fretta e molto.

Mandragora è stato squalificato per frase blasphema cosa ripetuta in Fiorentina – Udinese al 13’ del secondo tempo da BENASSI,ora per non discriminare altri BENASSI VENGA SQUALIFICATO.- Velasquez errori di Lasagna a parte e/o Berhami si voglia che la lasciato partire Chiesa in una azione atutta velocità in contropiede,su pallone calciato da un giocatore dell’Udinese dal corner o angolo in area della Fiorentina, come si fa a servire l’avversario proprio a Firenze, squadra ben attrezzata e organizzata.

Appare cosa strana capace di lasciarci basiti, ma il calcio non sempre ci convince, pur senza voler mettere in dubbio la buona fede dei singoli, ma il bâlon e le sue a volte abominevoli regole sono queste, è questo… . Pare possibile che un giocatore dello spessore di Lasagna, per il quale la famiglia Pozzo aveva ricevuto dal Napoli (ultima offerta) ben 20 milioni di euro, offerta respinta,Lasagna rimane a Udine. Non vorremmo che fossero l’accumularsi di fatti di questo tipo a interagire non tanto sulle capacità ma sulle capacità tecniche e mnemoniche del giocatore demotivandolo. Fosse questo il problema o no,deve cambiare le batterie ricaricandole a dovere,non è possibile che un ragazzo con le sue qualità tecniche e psico-fisiche si possa lasciare andare in questo modo. Sarebbe cosa ingrata per chi ha riposto fiducia e credibilità in lui per la sua crescita,come lui stesso a suo tempo ha dichiarato, contento di stare a Udine dove si trova a suo agio. Vogliamo per ora tralasciare questi pensieri,aggiungendo solo che se il ragazzo ancora giovane continua ad avere la responsabilità dei risultati delle partite possa soccombere sotto il peso del macigno che porta su di sé. Velasquez è libero di valutare come crede,ma siamo convinti che l’Udinese possa giocare con due punte una delle quali esperte dalle parti di Theodorczyk peraltro molto veloce pure lui con uno o due trequartisti. Intanto i Vizeu e non solo possono crescere,visto che la produttività è bassa. Lasagna non può fare 9 gol in precampionato e zero dopo 4 partite ufficiali di questo Campionato. Si scrolli la ruggine e la iella di dosso e come dice il bravo ex Pierini la squadra deve smaliziarsi via la timidezza e la leggerezza.

Questa squadra ha numeri,buoni giocatori alcuni dei quali in via di diventare dei veri e propri Campioni capaci di aspirare a elevate mete,non ultime la UEFA ad esempio,se… . Ma serve credo e fede, oltre a grande forza morale nel bene e nel come con piena continuità di impegno, del quale vogliamo affermare li riteniamo p’ienamente capaci. Non si demolarizzino ma ogni volta si ricarichino rabbia positiva inclusa.

Piuttosto di farti fare un gol in certe occasioni, come accaduto a Firenze,fai un fallo tecnico che paghi con un giallo,ma eviti un gol e la perdita di punti.

A Velasquez ma anche alla squadra vogliamo dire: …riflettere…riflettere…riflettere…lavoro…lavoro… e ancora lavoro continuo, servono minuti nei polmoni e nelle gambe. La soste pervenuta a puntino. Ma dopo la sosta non si ripeta lo scorso anno,devono battere il Torino al Friuli cosa possibile anche se non facile. A Firenze l’organizzazione della partita e la preparazione è stata impeccabile come abbiamo visto, la sconfitta per un tragico episodio che ci ha lasciati allibiti,con tutto rispetto per l’avversario.

Inoltre possono avere pesato molto le assenze su tutte di Mandragora stupidamente penalizzato dalla Lega< Calcio,mai accaduto,la comprova che tutti i giocatori bestemmiano si è avuta anche a Firenze come abbiamo già detto,fatto avvenuto al 13’ del st. proprio con il giocatore che ha segnato il gol per la Fiorentina, al quale l’Udinese ha concesso un gol immeritato. MA LA LEGA CALCIO TANTO LODEVOLE E RISPETTOSA DELLE REGOLE PARE VOLER SNOBARE IL FATTO DI FIRENZE, NON INTERVENENDO, UNA VERGOGNA. Credere ancora nel calcio??? (dubia).

VELASQUEZ a ragione: “ sono molto arrabbiato per il gol “ che non dovevamo prendere in quel modo dopo una partita capace di divertire tutti.

Chiesa “è stata battaglia non molliamo mai….” se gli interessati dell’Udinese ti avessero placcato producendo un fallo,poi non avreste segnato,datevi meno arie inutili….. .

Tanto mentre il Watford batte pure il Tottenham e resta prima nel Campionato inglese. Udinese svegliati puoi farlo hai tutti i mezzi,cresci in fretta.

Venerdi pv. Pare al fine del recupero di Barak contro il Toro ci sarà una gara amichevole contro una squadra slovena tale CELJE squadra di pari livello.

Attenzione a battere la timidezza, incrementare la giusta cattiveria e rabbia sempre al fine di evitare certi episodi,attenzione a non perdere mai palla di massima e muoversi bene chiudendo l’avversario sul gioco senza palla…. O gioco detto anche “inattivo” per il quale l’Udinese non poche volte paga dazio. Poi vorremmo vedere un portiere sicuro di sé. Per il resto con la dovuta crescita i risultati dovrebbero arrivare indicando la strada maestra,quella giusta. Diciamo coraggio al vice capitano Lasagna. Questa squadra ha davvero tecnica e qualità a partire da Berhami a Larsen,De Paul,Macic e tutti gli altri,più sicurezza in porta.

Nazionali: Coppa d’Africa da Udinese Ekong,Wague e Opoku oltre a Larsen chiamato dalla sua nazionale così come Machis. Anche le nazionali speriamo servano a formarti e al rientro dare il massimo… .

L’Udinese ha ragione di mantenere alto il morale a Lasagna che però deve darsi una scrollata…, va affiancato a Theo….molto esperto e duttile si debbono supportare e condividere.

In questa squadra ingredienti come organizzazione, classe e qualità non mancano di certo … !!

Condividi questo articolo