La diciottesima Tappa del Giro 2017

Tappa dura sicuramente, dopo le precedenti le gambe risentono certo, possiamo capire per averci provato nel tempo pure noi, comunque ci lascino dire che ci aspettavamo dagli italiani nel Giro D’Italia appunto molto di più, molto-molto.

Invece in questa tappa che doveva vedere fuoco e fiamme tutto è andato nel modo più tranquillo possibile, hanno fatto lavorare gli outsider,se fuggono vigilare che i fuggitivi non siano pericolosi per la classifica generale… . I corridori più importanti hanno proceduto dormendo,tranquilli o quasi,

i vari Quintana, Nibali dove stavano hanno controllato la corsa e basta mentre ci attendevamo che loro fossero attori in questo tappone fatto per loro,in salita. Invece nulla a parte qualche “flatulenza “ o sparata leggera nulla, si controlla Dumoulin e basta. Detto che domani nella tappa con partenza da Sappada al Piancavallo non vediamo in questa, una tappa per mettere in discussione Dumoulin che andava demolito prima almeno per dare una valenza a questo giro,tanto più che a parte Dumoulin noi non abbiamo giovani forti o pseudo tali anche se qualcuno potrebbe crescere, ma a 25 anni se vanno fanno danni, vedi Pantani. L’unica speranza italiana è Nibali forte,ma un pochino poco pare.

Amador oggi ha aiutato di brutto Quintana che a parte una messa in scena non è decollato, idem per Nibali,aiutato oggi più che da Pellizotti che ha lavorato moltissimo e speso tanto a dare una mano è stato Siutsou che tuttavia non si trova nella sua specialità in che si è visto. Speriamo che Pellizotti domani sulle strade si può dire di casa ci possa riservare una sorpresa, sul Piancavallo. Tutti gli altri della Bahrain-Merida non si sono visti in questo Giro.

Arrivo di tappa: 1° Van Garderen gran bel corridore che frega in volata…, 2° Michel LANDA, 3 Thibaut PINOT, 4° POZZOVIVO era ora, Zakarin, Molema,Krowsch , Dumoulin ( gran bel corridore,il Giro suo?…) Quintana,Nibali ma attenzione questi ultimi due: tra i due litiganti che si perdono a marcarsi senza coraggio di attaccare come dovuto,il terzo (Dumolin) potrebbe godersela a spese loro. Non abbiamo poi rimpianti.

Articolo d’opinione di
Carmino Deotti

Condividi questo articolo